Agrinforma
Torna ad Agrinforma
30.05.2024

IL REGISTRATORE DI CASSA: quando serve alle aziende agricole e le procedure di emergenza

Vediamo cos’è e quando serve il registratore telematico in agricoltura e le procedure in caso di emergenza.

Dal 2021 è stato introdotto l’obbligo di utilizzo dei registratori telematici per tutti quei soggetti che effettuano operazioni di vendita al minuto ed attività assimiliate, per le quali non è obbligatoria l’emissione della fattura (se non espressamente richiesta dal cliente), ma che antecedentemente a quest’obbligo veniva emessa ricevuta o scontrino non fiscale.

Chi è esonerato da tale obbligo?

Nel settore dell’agricoltura, i soggetti che godono del regime IVA speciale (agricolo) - che vendono prodotti propri rientranti nella prima parte della Tab. A D.P.R. 633/72 - sono esonerati dall’obbligo dall’utilizzo di registratori di cassa, ma avranno comunque l’obbligo di annotare i corrispettivi giornalieri su apposito registro cartaceo.

Che cos’è e come funziona il Registratore Telematico?

Il Registratore Telematico (RT) è uno strumento tecnologico che permette di registrare, memorizzare, elaborare e trasmettere dei dati fiscali in via telematica. 

Ciascun RT è identificato in maniera univoca da un numero di matricola e prima del primo utilizzo viene accreditato all’esercente che dovrà utilizzare il dispositivo. 

Alternativamente all’utilizzo dell’RT, l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione la procedura web per la memorizzazione ed invio dei corrispettivi (“documento commerciale on line” ).

Il registratore telematico funziona con una connessione internet, ma ricordiamo che funziona lo stesso anche se non è sempre connesso alla rete, l’importante è che al termine della giornata, durante la chiusura della cassa, ci sia la connessione per poter permettere all’RT di inviare i dati correttamente.

Le procedure d'emergenza

Vediamo i casi nei quali adottare le procedure di emergenza (in allegato sotto il dettaglio):

1. Assenza di Rete
Se il Registratore Telematico non riuscisse a connettersi ad internet e non riuscisse ad inviare i file, l’esercente ha tempo 12 giorni per poter comunicare i dati all’Agenzia delle Entrate. 

Si può ritentare l’invio:
  • Riconnettendo l’RT ad internet ed attendere che lo stesso invii il dato;
  • Copiando il file dei corrispettivi creati dallo stesso RT su una memoria esterna (chiavetta USB) ed inviare i dati tramite la procedura online di upload dei file.
2. Malfunzionamento dell’RT
In caso di malfunzionamento l’Agenzia delle Entrate ha creato una procedura ad hoc accedendo al sito tramite le proprie credenziali.

In questa occasione occorre che il gestore/esercente metta “fuori servizio” il registratore telematico (riportando data, ora e codice del malfunzionamento) e che contatti immediatamente il tecnico per la riabilitazione dell’RT, nel frattempo deve annotare i dati dei corrispettivi giornalieri in apposito registro d’emergenza ed infine imputarli ed inviarli manualmente tramite la procedura online.
3. Scarto della trasmissione
Solo nei casi in cui lo scarto sia causato da:
  • Numero della matricola del punto cassa non indicato (codice 00212);
  • Indicazione errata della data (“DataOraRilevazione” (codice 00203);
  • Indicazione del codice Ateco sbagliato (codice 00215).

Sarà possibile recuperare la trasmissione, modificando il dato errato e ritentare l’invio.

Consiglio per le nostre aziende

Per tutti i problemi legati al malfunzionamento del proprio registratore vi invitiamo sempre a contattare il tecnico di riferimento, nonché il proprio consulente fiscale di riferimento in Agridata, in modo da segnalare tempestivamente eventuali errori e impedire così la scorretta trasmissione dei dati fiscali.

Ricordiamo inoltre di comunicarci sempre l’acquisto del registratore telematico ed eventuali variazioni per una migliore gestione contabile dell’azienda.


Per qualsiasi altra informazione o chiarimento compila il form qua sotto e verrai contattato da una consulente fiscale.

Pubblicato da Ronzat Valeria

(Consulente Area Fiscale)

Ti interessa questo argomento
e vorresti approfondirlo con un consulente?
Contattaci!